Tokugawa Iesada

Da Wikitrash.
Tokugawa Iesada
stampa d'epoca dello Shōgun Tokugawa Iesada
Shōgun Tokugawa
Stemma
Stemma
Predecessore Tokugawa Ieyoshi
Successore Tokugawa Iemochi
Nascita Tokyo, 6 maggio 1824
Morte Tokyo, 14 agosto 1858
Dinastia Tokugawa
Padre Tokugawa Ieyoshi
Madre Honjuin
Coniugi Takaatsukasa Atsuko
Ichijo Hideko
Tenshō-in
Firma

Tokugawa Iesada[1] (徳川 家定?; Tokyo, 6 maggio 1824 – Tokyo, 14 agosto 1858) è stato un militare giapponese.

Figlio di Tokugawa Ieyoshi, nacque nel castello di Edo, con nome di Tokugawa Masanosuke e fu il tredicesimo shōgun dello shogunato Tokugawa. Aveva sofferto di vaiolo nella prima infanzia, che gli aveva lasciato il viso butterato. Alla morte di Tokugawa Ienari nel 1841, furono sollevate preoccupazioni sull'idoneità di Iesada come erede, con Tokugawa Yoshinobu nominato come potenziale successore. Tuttavia, questo fu fortemente contrastato dal rōjū Abe Masahiro, e Iesada rimase l'erede.

Salito al potere nel 1853, subito dopo l'episodio delle navi nere che si dice sia stata la causa della malattia e rapida morte di suo padre, fu responsabile per i trattati ineguali (convenzione di Kanagawa, trattato di amicizia anglo-giapponese, trattato di Harris, trattato anglo-giapponese di amicizia e commercio) che ruppero il secolare sakoku e aprirono le frontiere del Giappone all'influenza straniera, riducendo l'autorità dello shōgun (essendo lo shogunato uscito sostanzialmente sconfitto dalla vicenda) e segnarono l'inizio del periodo del Bakumatsu, l'ultima fase che concludeva il periodo Edo segnata da tensioni e ribellioni contro lo shogunato. il 23 Aprile del 1858 nominò Li Naosuke cosongliere generale della interna dello Shogunato (Tairō). inseguito alla morte di Iesada, si apri una breve crisi di sucessione che vide Le fazioni politiche all'interno del bakufu. Tokugawa Nariaki ebbe intenzione di presentare la candidatura di suo figlio Keiki come suo successore Iesada, mentre i funzionari politici di Ōoku e dello shogunato, incluso Ii Naosuke, sostenevano la candidatura di Kikuchiyo. Queste liti si conclusero con le Purge Ansei scatenate da Li Naosuke, dove in seguito a questo evento uscì vittoriosa proprio la fazione di Kikuchiyo, che venne sostenuta proprio da Naosuke.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Tokugawa" è il cognome.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Shōgun Tokugawa Successore
Tokugawa Ieyoshi 27 luglio 1853 - 14 agosto 1858 Tokugawa Iemochi