Sincromisticismo

Da Wikitrash.

Il sincromisticismo, combinazione di sincronicità e misticismo, è "l'arte di realizzare coincidenze significative in apparenza mondane con significati mistici o esoterici". La parola è stata coniata da Jake Kotze nell'agosto 2006.[1] Il sincromisticismo è stato descritto come un fenomeno "esistente ai margini di aree già considerate marginali". Steven Sutcliff e Carole Cusack descrivono il sincromisticismo come "in parte una pratica artistica, in parte un sistema spirituale o metafisico, ed in parte una cultura della cospirazione",[2] mentre Jason Horsley lo descrive come "una forma di animismo postmoderno" che "combina la nozione di Jung di coincidenze significative con la ricerca del divino, o autorealizzazione attraverso l'esperienza del divino".[3]

Precursori e concetto[modifica | modifica sorgente]

La "sincronicità" è un concetto introdotto per la prima volta dallo psicologo analitico Carl Jung, il quale sostiene che gli eventi sono "coincidenze significative" se si verificano senza una relazione causale eppure sembrano essere significativamente correlate.[4] Jung ha definito la sincronicità come un "principio di connessione (unità) acausale", "coincidenza significativa" e "parallelismo acausale".[5]

La convinzione di Jung era che, proprio come gli eventi possono essere collegati dalla causalità, possono anche essere collegati dal significato. Jung ha utilizzato il concetto per sostenere l'esistenza del paranormale.[6] Un credente nel paranormale, Arthur Koestler ha scritto ampiamente sulla sincronicità nel suo libro del 1972 The Roots of Coincidence.[7]

"Il misticismo", a sua volta, è stato vagamente definito come l'unione con Dio o l'Assoluto. Un influente sostenitore di questa comprensione fu William James (1842-1910), che affermò che "negli stati mistici diventiamo entrambi uno con l'Assoluto e diventiamo consapevoli della nostra unità". James rese popolare questo uso del termine "esperienza religiosa" nel suo The Varieties of Religious Experience, contribuendo all'interpretazione del misticismo come esperienza distintiva, paragonabile alle esperienze sensoriali. Le esperienze religiose appartengono alla "religione personale", che considerava "più fondamentale della teologia o dell'ecclesiastismo".

Il sincromisticismo, come unione di sincronicità e misticismo, è quindi il senso di interconnessione e unità,con la realtà che proviene da una consapevolezza intensificata ed accresciuta della sincronicità.[1] Una forma di "animismo postmoderno", Horsley sostiene che il sincromisticismo "sottolinea un tema comune sotto tre aree apparentemente disparate: quella della ricerca religiosa di significato o "segni", il rapporto sciamanico / animistico con la natura e l'incapacità dello schizofrenico di distinguere realtà e fantasia".[3]

Nella magia del caos[modifica | modifica sorgente]

La magia del caos (Chaos magic) è una pratica magica contemporanea costituita da "tecniche" (più frequentemente, entrare in uno stato alterato di coscienza e manipolare i simboli) per ottenere "risultati" oggettivi nella realtà fisica.[8][9] Fin dall'inizio, i fondatori della magia del caos furono espliciti nell'affermare che questi "risultati" assumono la forma di sincronicità, con Peter J. Carroll che afferma in Liber Null & Psychonaut (1978):

«Tutti i paradigmi magici partecipano a qualche forma di azione a distanza, sia che si tratti di distanza nello spazio o nel tempo o di entrambi. . . Nella magia questo si chiama sincronicità. Un evento mentale, una percezione o un atto di volontà si verifica contemporaneamente (in modo sincrono) come un evento nel mondo materiale. . . Naturalmente, questo può sempre essere giustificato come una coincidenza, ma la maggior parte dei maghi sarebbe abbastanza contenta di essere in grado di organizzare le coincidenze.[10]»

In sostanza, la magia del caos consiste in un insieme di tecniche per progettare deliberatamente le sincronicità.[10] Come Carroll chiarisce nei testi successivi, i "risultati" magici consistono in "coincidenze significative" o "una serie di eventi che vanno in qualche modo improbabilmente nella direzione desiderata".[11] Successivamente i maghi del caos hanno reso più evidente il legame tra la magia del caos e il sincromisticismo. Gordon White, ad esempio, scrive nel saggio Synchromysticism as Kabbalah :

«Come "funziona" l'Hermetica Tecnica? Come "funzionava" il sistema di magia rituale planetaria di Ficino? In poche parole, entrambi funzionano perché alcune cose sono associate ad altre cose. I simboli si ripetono, gli schemi si ripetono, i suoni ascoltati alla radio si associano a risultati simili nella tua vita. Un universo animista parla un linguaggio di simboli e sincronicità. A te, a se stesso, agli uccelli. Questa consapevolezza è alla base dei sistemi di corrispondenza magica in tutto il mondo, come la Kabbalah pratica o l'Hermetica tecnica. . . Questi sistemi indicano che l'universo parla in un linguaggio simbolico ... usali in un contesto sincromistico più ampio.[12]»

Altrove, White ipotizza che questo possa essere "il segreto dell'apoteosi cabalistica" - "ascoltare il linguaggio dietro le parole, connettere le cose che non sono connesse ... una cornice mistica per esplorare e incoraggiare la sincronicità".[13]

Influenza[modifica | modifica sorgente]

  • Il 9 maggio 2008 Reality Sandwich ha pubblicato The Cryptic Cosmology of Synchromysticism, un lungo articolo sulle idee, il movimento e le sue origini ". Nota: "Il lavoro di Jake Kotze ha avuto una maggiore visibilità dopo che il sito di cospirazione di Henrik Palmgren, Red Ice Creations, ha iniziato a contenere articoli e video da Brave New World Order. Henrik ha anche registrato una serie di interviste podcast con Jake per tutto il 2007. Inoltre, Kotze è stato ospite della prima edizione del podcast "Occult of Personality" nell'ottobre del 2006 ed è stato intervistato sul podcast "The Kentroversy Tapes" di Kent Bentkowski nell'ottobre del 2007 ".
  • "The Secret Life of Movies: Schizophrenic and Shamanic Journeys in American Cinema"[14] di Jason Horsley e pubblicato da McFarland Publishing nel luglio 2009 fa molteplici riferimenti al Synchromysticism e scrive "Il movimento recente ma in rapida crescita noto come" synchromysticism "è tutt'altro che una disciplina accademica. Piuttosto che emergere dalle sacre aule accademiche, il sincromisticismo è nato su Internet, un nuovo sviluppo più "ottimista" nella comunità paranoica (cioè tra occultisti e teorici della cospirazione) che tenta di vedere oltre gli aspetti più oscuri della società, la politica, e la cultura popolare, a un design cosmico. Una forma di animismo postmoderno, come suggerisce il nome, il sincromisticismo combina la nozione di Jung di coincidenze significative con la ricerca del divino, o autorealizzazione attraverso l'esperienza del divino. Non è la prima cosa che la maggior parte di noi associa ai film, eppure non è nemmeno l'ultima. Martin Scorsese non è stato sicuramente il solo a confrontare l'esperienza di stare seduti in un cinema con quella di andare in chiesa".[15]
  • Dal 2010 artista concettuale "Jim Ricks ha sviluppato il metodo del sincro-materialismo come mezzo per considerare il territorio in cui l'arte incontra il capitalismo". Questo metodo è direttamente ispirato dal sincromisticismo. Nel 2018, Onomatopee ha pubblicato il libro di Ricks Alien Invader Super Baby (Synchromaterialism VI).[16]
  • Nel 2011 è stato pubblicato The Sync Book: Myths, Magic, Media e Mindscapes: 26 Authors on Synchronicity[17] ed è stato lanciato il sito web multimediale thesyncbook.com.[18] "The Sync Book 2: Outer + Inner Space, Shadow + Light: 26 Essays on Synchronicity"[19] fu pubblicato l'anno successivo.
  • Il 1° ottobre 2012 BirthMoviesDeath ha pubblicato Fantastic Fest Review: THE SHINING FORWARDS AND BACKWARDS e analogamente il 21 ottobre 2012 Screencrush ha pubblicato la recensione "The Shining Forward and Backwards" . Entrambi discutono del sincromaterialismo e del film sperimentale "Shining Forward and Backwards, Simultaneously" realizzato da John Fell Ryan e Akiva Saunders.
  • Nel 2015 IDigitalTimes ha intervistato Joe Alexander, regista e membro della comunità sincromistica, sul video virale "RITORNO AL FUTURO predice l'11 settembre".[20] Alexander afferma che " Rodney Ascher, mentre faceva la stanza 237, ha trovato la comunità di sincronizzazione".[21]
  • Il Washington Post ha scritto che i sincromistici "... credono che l'11 settembre e 'Ritorno al futuro' - e tutto nell'universo, davvero - siano collegati da una vasta rete di legami invisibili, mistici ed esoterici".[22] Good Magazine ha anche trattato il video e il sincromisticismo in Did 'Back to the Future' Predict 9/11?
  • Nell'aprile 2017 Synchromysticism, un album influenzato dal movimento, è stato pubblicato su Skin Graft Records dalla band prog rock di St. Louis Yowie.[23]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 Valis. The Cryptic Cosmology of Synchromysticism
  2. Sutcliffe, Steven & Cusack, Carole. The Problem of Invented Religions
  3. 3,0 3,1 Horsley, Jason. The Secret Life of Movies
  4. Richard Tarnas, Cosmos and Psyche, New York, Penguin Group, 2006, p. 50, ISBN 0-670-03292-1.
  5. Jung, Carl G., Synchronicity: An Acausal Connecting Principle, Bollingen, Switzerland, Bollingen Foundation, 1993 [1952], ISBN 978-0-691-01794-5. Since included in his Collected Works volume 8.
  6. S. Rushnell, When God winks, Atria Books, 2006.
  7. Koestler, Arthur (1973). The Roots of Coincidence. Vintage. ISBN 0-394-71934-4.
  8. Chryssides, George. Historical Dictionary of New Religious Movements
  9. Drury, Nevill. The Watkins Dictionary of Magic
  10. 10,0 10,1 Carroll, Peter J. Liber Null & Psychonaut
  11. Carroll, Peter J. Octavo
  12. White, Gordon. Synchromysticism as Kabbalah in Pieces of Eight
  13. White, Gordon. Twilight Language: The Quest for the Grail
  14. Jason Horsley, The Secret Life of Movies: Schizophrenic and Shamanic Journeys in American Cinema, 15 luglio 2009, ISBN 978-0786444236.
  15. Jason Horsely, The Secret Life of Movies: Schizophrenic and Shamanic Journeys in American Cinema, McFarland Publishing, luglio 2009, p. 6, ISBN 978-0786444236.
  16. https://www.onomatopee.net/exhibition/alien-invader-super-baby-synchromaterialism-iv/
  17. Alan Abbadessa-Green, The Sync Book: Myths, Magic, Media, and Mindscapes, 2011, ISBN 978-1463764005.
  18. http://thesyncbook.com/
  19. https://www.amazon.com/Sync-Book-Shadow-Essays-Synchronicity/dp/0615724892
  20. https://www.youtube.com/watch?v=P1ULjJ3EqyY
  21. http://www.idigitaltimes.com/back-future-predicts-911-filmmaker-explains-what-makes-robert-zemeckis-cosmic-pre-cog-468460
  22. https://www.washingtonpost.com/news/the-intersect/wp/2015/10/20/a-youtube-video-claims-back-to-the-future-predicted-911-and-that-isnt-even-the-weird-part
  23. https://skingraftrecords.bandcamp.com/album/synchromysticism

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]