Shawne Fielding

Da Wikitrash.

Shawne Rae Fielding (El Paso, 27 giugno 1969) è un'attrice e modella statunitense.

Ha lavorato come modella e attrice e ha preso parte a diverse serie televisive e film negli Stati Uniti, Germania e Svizzera. Sia il matrimonio, conclusosi in divorzio, con Thomas Borer, ex ambasciatore svizzero in Germania, che il primo matrimonio con il miliardario americano Charles Addison Williams, rampollo ed erede della dinastia della Sammons Enterprises.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha frequentato la Southern Methodist University a Dallas dove ha conseguito una laurea in Pubblicità con indirizzo secondario in Psicologia.[2]

È stata eletta Miss Dallas USA ed è arrivata sesta alla finale di Miss Texas USA[3] e Mrs. Dallas America, vincendo il titolo di Mrs. Texas e arrivando terza alla finale di Mrs. America.[4]

Shawne Fielding ha vissuto, progettato, restaurato e/o decorato gli interni di quattro residenze storiche: l’Ambasciata svizzera a Berlino in stile neogreco,[5][6][7] Villa Kampffmeyer in stile barocco e rococò, situata a Potsdam, in Germania e dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO,[8][9][10] una residenza in Texas in stile revival missionario[11][12][13][14] e infine Villa Shawne a Thalwil, in Svizzera, realizzata in stile Art Nouveau.[15][16][17][18]

Shawne Fielding è stato rappresentato nel Carnevale di Basilea,[19][20][21][22] La pietra di Unspunnen ricevuta da Shawne Fielding,[23] è un enorme masso di grande importanza storica per la Svizzera. È infatti il simbolo della Unspunnenfest, l’antica festa che porta il suo nome, e che viene accreditata come primo passo verso la formazione e unione dei 26 cantoni che formano la Svizzera che conosciamo oggi. Il 12 agosto 2002, in occasione del Mercato-concorso di Saignelégier, dove era presente come ambasciatrice del Swiss Expo.02, Shawne Fielding ha ricevuto in consegna dal gruppo separatista giurassiano “Béliers” la famosa pietra di Unspunnen, che era stata trafugata dal suddetto gruppo nel 1984, dal museo della regione della Jungfrau, situato a Interlaken.[6][24]

Il suo nome è inoltre citato nella trascrizione ufficiale di una riunione alla Casa Bianca durante la presidenza di George W. Bush.[25]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Matrimoni[modifica | modifica sorgente]

Sia il matrimonio, conclusosi in divorzio, con Thomas Borer, ex ambasciatore svizzero in Germania, che il primo matrimonio con il miliardario americano Charles Addison Williams, rampollo ed erede della dinastia della Sammons Enterprises. Dal 1999 al 2014, Shawne Fielding è stata sposata in seconde nozze con Thomas Borer[1]. Le sue apparizioni in pubblico hanno sempre portato un grande successo mediatico per entrambi.[26][27] Shawne Fielding Borer è rimasta al centro dell’attenzione mediatica ben dopo la conclusione del cosiddetto “Affare Borer”.[28][29] Nel 2001, le sue eccentriche fotografie, che comprendono ad esempio “Cowgirl delle Alpi”, “Cenerentola” e “Pistolera” pubblicate sulla rivista “Max”, hanno unlteriormente complicato la carriera diplomatica del marito Thomas Borer, sul quale già incombeva un probabile richiamo in patria.[30][31] In seguito alle scuse presentate da Fielding, la questione è stata tuttavia archiviata.[32] In un’altra azione mediatica di successo e che a suo tempo ha fatto grande scalpore, Shawne Fielding ha intentato un procedimento legale contro la pubblicazione di un fotomontaggio che la ritraeva a seno nudo.[33] La corte distrettuale di Berlino si è pronunciata in favore di Fielding condannando la rivista che aveva pubblicato il fotomontaggio. Nel 2001, la stessa corte ha proibito anche qualsiasi futura pubblicazione delle controverse foto.[34]

Durante l’Affare Borer,[35][36] in cui il giornale SonntagsBlick accusò il suo allora marito di avere una relazione illecita con la berlinese Djamila Rowe, Fielding è sempre rimasta a fianco del marito. Nel 2002, a causa del forte stress, perse il bambino che portava in grembo.[37][38] Il governo svizzero richiamò a Berna Thomas Borer, con la convinzione che la sua reputazione di seduttore, divenuta ormai di dominio pubblico, non gli permettesse più di svolgere serenamente le sue mansioni di ambasciatore in Germania.[39][40][41][42][43] e decise di affidargli il ruolo di ambasciatore itinerante per i campi profughi. Prima che il cambio di ruolo diventasse effettivo, Borer lasciò la carriera diplomatica.[44][45] Borer and Fielding decisero quindi di ricorrere a vie legali negli Stati Uniti dove fecero causa per danni al gruppo Ringier, che fu costretto a presentare scuse pubbliche e a pagare un indennizzo che pare ammontasse a milioni di franchi svizzeri.[46][47][48][49]

Nel 2010, Shawne Fielding ha presentato istanza di divorzio da Thomas Borer, ponendo fine al loro turbolento matrimonio.[50][51][52][53] La coppia ha due figli. Dal 2014, Fielding vive con il nuovo compagno Patrick Schöpf, ex portiere di hockey su ghiaccio e membro dell’Albo d’oro internazionale di hockey[54]. La coppia vive a Immensee, nel cantone di Schwyz.[55] Nel 2018, Fielding e il suo compagno hanno partecipato al programma della RTL Das Sommerhaus der Stars (La Casa Vacanze delle Stelle – Guerra tra Coppie Celebri) e sono arrivati secondi.[56][57][58]

Filantropia[modifica | modifica sorgente]

Shawne Fielding è attualmente[Quando?] presidente della Fondazione svizzera Kids with a Cause Europe.[59] È stata ambasciatrice per l’SOS Children’s Villages,[60] ambasciatrice per il Swiss Expo.02 e direttrice onoraria per i progetti speciali dell’UNICEF tedesco.[61] Sin dagli anni novanta, ha sostenuto la causa della comunità LGBT in qualità di membro del consiglio direttivo dell’Aids Arms a Dallas nel Texas, di presidente onoraria del DIFFA[62] e di ambasciatrice dell’Aids Hilfe Schweiz.[63]

Un ritratto e alcuni abiti di Shawne Fielding sono permanentemente esposti al Museo Nazionale di Storia a Berlino[64] e al Museo Nazionale Svizzero[65] nonché al Museo Audrey Hepburn.

Agenzie[modifica | modifica sorgente]


Argomento "attori" non riconosciuto. Per vedere le categorie esistenti fai clic su "►":
Categoria Aggiungere sezioni non trovata

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 Ambassador told to keep a lower profile, in Swiss Info, Dec. 1, 2000.
  2. SMU 80th Annual Commencement Convocation (PDF), su smu.edu, Southern Methodist University.
  3. Miss USA & Miss Teen USA state pageant results, in X's Pageant Update Page.
  4. Carol J. Williams, Swiss Give Their Berlin Envoy the Boot, in Los Angeles Times, 12 aprile 2002.
  5. Controversial new Swiss embassy opens in Berlin, in Swiss Info, 11 maggio 2001.
  6. 6,0 6,1 Elizabeth Olson, Swiss Ambassador Is Recalled After a Scandal Too Many, in The New York Times, 11 aprile 2002.
  7. Swiss party-going diplomat called home, in BBC, 10 aprile 2002.
  8. Troy McMullen, Villa Kampffmeyer, Historic Estate In Potsdam, Germany, Lists for €28m, in Forbes, 19 settembre 2016.
  9. Thorsten Metzner, Borer-Fieldings werden Potsdamer, in Der Tagesspiegel, 29 aprile 2002.
  10. Katie Avis-Riordan, This historic German home had the Berlin Wall running through its gardens, in House Beautiful, 24 luglio 2017.
  11. housebeautiful.com, https://www.housebeautiful.com/uk/author/17149/katie-avis-riordan/.
  12. Shawne Fielding; Thomas Borer, Plaintiffs-appellants, v. Hubert Burda Media, Inc.; et al., Defendants,hubert Burda Media, Inc.; Hubert Burda Digital, Inc.; Burda Media, Inc.; Burda Publications, Inc.; Burda Entertainment Verlag Gmbh; Hubert Burda, Individually; Bertelsmann Ag; Bertelsmann, Inc.; Gruner & Jahr Ag; Gruner & Jahr Ag & Co. Kg; Stern De Gmbh; Tip-verlag Gmbh, Defendants-appellees, 415 F.3d 419 (5th Cir. 2005), in Justia, 30 giugno 2005.
  13. Dallas TX, in Rehold.
  14. Dallas TX, in Realtor.
  15. Eklektisch, dramatisch, Hollywood, in Genios, 20 settembre 2009.
  16. Villa Shawne, Thalwil, in Fischer Architekten.
  17. spleissbau.ch, https://web.archive.org/web/20190811115059/https://spleissbau.ch/sites/default/files/object_download/seestrasse_thalwil.pdf. URL consultato il 22 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2019).
  18. Stefanie Rigutto, Shawne Fielding, in Annabelle.
  19. Andy "Munster" Hermann, Fasnacht 2002, in Fasnachtsgesellschaft Die Aagfrässene Basel, 2002. URL consultato il 22 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2020).
  20. John Taylor, Eerie creatures criss-cross streets during Basel, Switzerland's carnival, in Stars and Stripes, 13 febbraio 2003. URL consultato il 22 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2019).
  21. Arteplage am Rhein, in Neue Zürcher Zeitung, 19 febbraio 2002.
  22. Fasnacht 2002: Shawne.de über uns! (PDF), su sporepeter.ch, Sporepeter.
  23. Shawne Fielding Expo.02-Botschafterin, in Swiss Info, 22 agosto 2001.
  24. VIP-Ticker, in Welt am Sonntag, 8 dicembre 2002.
  25. Ari Fleischer, Press Briefing by Ari Fleischer, in White House, 15 maggio 2001.
  26. Style - Mein Stil, in Spiegel, 12 maggio 2001.
  27. Dilek Güngör, 200 Gäste werden in der Schweizer Botschaft erwartet Shawne Fielding kommt doch zur Eröffnungsfeier, in Berliner Zeitung, 10 maggio 2001.
  28. Flavia Schlittler, Blick, 2 marzo 2009, https://web.archive.org/web/20090306040919/http://www.blick.ch/people/schweiz/shawne-im-wilden-rot--113376.
  29. Shawne Borer-Fielding zieht Bilanz, in Berliner Morgenpost, 4 giugno 2009.
  30. Shawne Fielding: Schweizer Botschafter darf in Berlin bleiben, su spiegel.de, 8 maggio 2001.
  31. Tony Paterson, Embassy wife hits back in photo row, in The Telegraph, 6 maggio 2001.
  32. Deiss akzeptiert Shawne Fieldings Entschuldigung, in Swiss Info, 7 maggio 2001.
  33. Shawne Fielding will "BZ" und "tip" verklagen, in Berliner Zeitung, 26 maggio 2001.
  34. Nacktdarstellung des "Cowgirls von der Alm" verboten, in Speigel, 28 agosto 2001.
  35. Djamila Rowe: Ich hatte nie Sex mit Borer, in Boulevard Berlin, 8 luglio 2002 (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2013).
  36. Matthias Gebauer, Die Schlammschlacht geht weiter, in Speigel, 16 luglio 2002.
  37. Botschafter-Frau Shawne Fielding-Borer verliert ihr Baby, in Net Zeitung, 12 aprile 2002.
  38. Shawne Borer-Fielding hat ihr Baby verloren, in Stern, 15 aprile 2002.
  39. Fiona Fleck, Swiss ambassador sacked over 'affair with model', in The Telegraph, 11 aprile 2002.
  40. Thomas Borer rappelé à Berne, in Swiss Info, 10 aprile 2002.
  41. Thomas Borer richiamato a Berna, in Swiss Info, 10 aprile 2002.
  42. Der Fall Borer: Protokoll einer Skandalierung, in Rhetorik, 14 aprile 2002.
  43. Swiss ambassador to Berlin recalled, in Swiss Info, 10 aprile 2002.
  44. Live by the Media, Die by the Media, in DW, 12 aprile 2002.
  45. Diplomatico "sotto silenzio" dopo un'infelice battuta in TV, in Swiss Info, 19 novembre 2000.
  46. Borer und die Medien, in Rhetorik, 14 luglio 2002.
  47. Chronologie der Affäre Borer-Ringier, in Neue Zürcher Zeitung, 14 luglio 2002.
  48. Newspaper boss quits over Borer story, in Jul 11, 2002, Swiss Info.
  49. Der «Blick» bleibt dabei, in Der Bund, 14 ottobre 2009.
  50. Andreas Kunz, Es war eine Tragödie ohne Ende, in Die Weltwoche, 16 giugno 2010.
  51. Joseph Fitchett, The Global Class: Dallas Does Berlin, in New York Times, 18 aprile 2002.
  52. Gabriela Battaglia, Polizei-Einsatz bei den Borers, in Blick, 10 gennaio 2018.
  53. Shawne Fielding zu einer Strafe von 150000 Franken verurteilt, in Aargauer Zeitung, 13 novembre 2013.
  54. Patrick Schöpf, in EVZ.
  55. Sylvie Kempa, Sie spricht über ihr Leben mit ihrem neuen Freund, in Schweizer Illustrierte, 20 luglio 2015.
  56. Sarah Huber, Ziehen Fielding und Schöpf nun ins Dschungelcamp?, in Schweizer Illustrierte, 13 agosto 2018.
  57. Ziehen Fielding und Schöpf nun ins Dschungelcamp?, in Schweizer Illustrierte.
  58. Shawne Fielding und Patrick Schöpf, in TeleZüri.
  59. Kids helping kids, in Fondation Kids with a Cause Europe (KWACE).
  60. Sonderbotschafterin mit Showtalent, in Neue Zürcher Zeitung, 10 gennaio 2001.
  61. Shawne Fieldings 1. Job als Direktorin für Sonderprojekte, in Boulevard Berlin, 20 giugno 2001.
  62. DIFFA: Design Industries Foundation Fighting AIDS, su diffa.org.
  63. Shawne Fielding ist Jubiläumsbotschafterin der Aids-Hilfe Schweiz, in Aids-Hilfe Schweiz, Zürich, 20 ottobre 2010. URL consultato il 22 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2019).
  64. Deutsches Historisches Museum, su dhm.de.
  65. Landesmuseum, Zürich, su nationalmuseum.ch.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]