Maria Cristina di Savoia-Aosta

Da Wikitrash.
Maria Cristina di Savoia-Aosta
Principessa delle Due Sicilie
Lesser Royal Arms of the Two Sicilies.svg Arms of the House of Savoy-Aosta.svg
Nome completo Maria Cristina Giusta Elena Giovanna di Savoia-Aosta
Trattamento Sua Altezza Reale
Altri titoli Principessa d'Italia
Nascita Trieste, 12 settembre 1933 (89 anni)
Dinastia Savoia-Aosta per nascita
Borbone-Due Sicilie per matrimonio
Padre Amedeo di Savoia
Madre Anna d'Orléans
Consorte Casimiro di Borbone-Due Sicilie
Figli Luigi
Anna
Elena
Alessandro
Religione Cattolica

Maria Cristina di Savoia-Aosta (nome completo Maria Cristina Giusta Elena Giovanna di Savoia-Aosta[1]; Castello di Miramare, 12 settembre 1933) è un membro del ramo degli Aosta e per matrimonio è diventata Principessa delle Due Sicilie.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata nel Castello di Miramare a Trieste, è la seconda figlia del principe Amedeo di Savoia, III Duca d'Aosta e della principessa Anna d'Orléans. Aveva una sorella maggiore, Margherita (1930-2022). La principessa, che porta i nomi di Maria Cristina Giusta Elena Giovanna viene battezzata a Miramare, il giorno dopo la sua nascita. Suo padrino e madrina sfurono i nonni Giovanni d'Orleans, duca di Guisa ed Elena d'Orléans, duchessa d'Aosta.

Suo padre, il duca d'Aosta, fu nominato viceré d'Etiopia il 21 dicembre 1937, cosicché Maria Cristina ha trascorso parte della sua infanzia in Africa. Nel 1940 tornò con la madre e la sorella maggiore in Italia, poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Suo padre, fatto prigioniero dagli inglesi, morì prematuramente di tifo a Nairobi il 3 marzo 1942.

All'inizio della seconda guerra mondiale, Maria Cristina viveva con la sorella e la madre in un appartamento di Palazzo Pitti a Firenze. Dopo l'invasione della Germania in Italia nel 1943, la duchessa d'Aosta e le sue due figlie, insieme al cugino Amedeo e alla zia Irene di Grecia, furono arrestate dai tedeschi il 26 luglio 1944 su ordine di Heinrich Himmler e deportate in Austria nel campo di concentramento di Hirschegg, venendo liberate solo al termine del conflitto nel maggio 1945 e rientrando in Italia il 7 luglio 1945. La caduta della monarchia italiana nel giugno 1946, costrinse Maria Cristina con sua madre e sua sorella a lasciare il Paese per stabilirsi in Belgio dove rimasero per poco più di un anno, prima di risiedere in Svizzera.

Mantenendo legami con l'élite europea, Maria Cristina divenne la madrina, il 13 maggio 1963, del principe Guillaume di Lussemburgo, figlio minore del futuro Granduca Giovanni di Lussemburgo.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Maria Cristina sposò, il 29 gennaio 1967, nella cappella privata del Palazzo Episcopale di Jacarezinho, nello stato di Paraná in Brasile,[2][3] il principe Casimiro Maria Alfonso Gabriele di Borbone-Due Sicilie (Varsavia, 8 novembre 1938)[4][5], principe di Borbone di Spagna[6], quinto figlio e terzo maschio del principe Gabriele di Borbone-Due Sicilie e della sua seconda moglie, la principessa Cecylia Lubomirska, contessa di Wisnicz e Jarosław.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria Cristina e Casimiro hanno avuto quattro figli:

  • Principe Luigi Alfonso di Borbone-Due Sicilie (Rio de Janeiro, 28 novembre 1970)[5][7], ha sposato nel 1998 Christine Pereira Apovian, dalla quale ha avuto una figlia. Hanno divorziato e si è risposato con Maria da Glória Ganem Rubião[8], dalla quale ha avuto tre figli.
    • Principessa Anna Sofia di Borbone-Due Sicilie (San Paolo, 9 aprile 1999; primo matrimonio)
    • Principessa Maria Isabel di Borbone-Due Sicilie (2012; secondo matrimonio)
    • Principessa Luisa Fernanda di Borbone-Due Sicilie (10 dicembre 2014; secondo matrimonio)
    • Principe Paulo Alfonso di Borbone-Due Sicilie (10 dicembre 2014; secondo matrimonio)
  • Principessa Anna Cecilia di Borbone-Due Sicilie (San Paolo, 24 dicembre 1971)[5][9], ha sposato nel 2005 il conte Rodolphe Jean Etienne Marie de Vincens de Causans, dal quale ha avuto:
    • Conte Amedeo de Vincens de Causans (Neuilly-sur-Seine, 8 maggio 2006)
    • Victoria de Vincens de Causans (Neuilly-sur-Seine,13 maggio 2009)
  • Principessa Elena Sofia di Borbone-Due Sicilie (San Paolo, 10 settembre 1973).
  • Principe Alessandro Enrico Maria di Borbone-Due Sicilie (San Paolo, 9 agosto 1974), ordinato sacerdote nella basilica di Santa Maria Maggiore a Roma il 22 dicembre 2007.[10]

Titoli e trattamento[modifica | modifica sorgente]

  • 7 aprile 1930 - 29 gennaio 1967: Sua Altezza Reale, la principessa Maria Cristina di Savoia-Aosta
  • 29 gennaio 1967 - in carica: Sua Altezza Reale, la principessa Maria Cristina di Borbone-Due Sicilie

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Amedeo I di Spagna Vittorio Emanuele II d'Italia  
 
Maria Adelaide d'Asburgo-Lorena  
Emanuele Filiberto di Savoia-Aosta  
Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna Carlo Emanuele dal Pozzo della Cisterna  
 
Louise Caroline Ghislaine de Mérode  
Amedeo di Savoia-Aosta  
Luigi Filippo Alberto d'Orléans Ferdinando Filippo d'Orléans  
 
Elena di Meclemburgo-Schwerin  
Elena d'Orléans  
Maria Isabella d'Orléans Antonio d'Orléans  
 
Luisa Ferdinanda di Borbone-Spagna  
Maria Cristina di Savoia-Aosta  
Roberto d'Orléans Ferdinando Filippo d'Orléans  
 
Elena di Meclemburgo-Schwerin  
Giovanni di Guisa  
Francesca Maria d'Orléans Francesco d'Orléans  
 
Francesca di Braganza  
Anna d'Orléans  
Luigi Filippo Alberto d'Orléans Ferdinando Filippo d'Orléans  
 
Elena di Meclemburgo-Schwerin  
Isabella d'Orléans  
Maria Isabella d'Orléans Antonio d'Orléans  
 
Luisa Ferdinanda di Borbone-Spagna  
 

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama di Gran Croce di Giustizia dell'Ordine costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce di Giustizia dell'Ordine costantiniano di San Giorgio

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Genealogia della principessa Maria Cristina di Savoia-Aosta
  2. Darryl Lundy, Maria Cristina di Savoia-Aoste, Principessa di Savoia, su thepeerage.com, 18 maggio 2003. URL consultato l'11 ottobre 2008.
  3. Paul Theroff, ITALY, su angelfire.com, Paul Theroff's Royal Genealogy Site. URL consultato l'11 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2009).
  4. Darryl Lundy, Casimir di Borbone, Principe di Borbone delle Due Sicilie, su thepeerage.com, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 30 novembre 2018.
  5. 5,0 5,1 5,2 Paul Theroff, Due Sicilie, su angelfire.com, Paul Theroff's Royal Genealogy Site. URL consultato il 30 novembre 2018.
  6. Velde, Francois. Heraldica.org. The style of Infante/Infanta de España. Decrees Concerning the Style of Infante de España, 1765-1920. retrieved 25 September 2011.
  7. Darryl Lundy, Luigi Alfonso di Borbone, Principe di Borbone delle Due Sicilie, su thepeerage.com, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 30 novembre 2018.
  8. Hein Bruins, Descendants of King Louis Philippe I of the French, su heinbruins.nl, Hein's Royal Genealogy Page, 29 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2018).
  9. Darryl Lundy, Anne Cecile di Borbone, Principessa di Borbone delle Due Sicilie, su thepeerage.com, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 30 novembre 2018.
  10. Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Lingue' not found.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]